Trofeo Coni a Crotone, in gara 4 mila atleti per la mini olimpiade italiana. La Sicilia del canottaggio c’è. D’Arrigo: “Esperienza eccezionale”

La delegazione siciliana. Da sinistra, Gloria Conti, Miriam Portoghese, Diego D'Arrigo, Angelo Di Liberto e Gabriele Maci. Foto da www.canottaggio.org.

Giovani talenti crescono. E si sfidano a Crotone, in Calabria, nella fase nazionale del Trofeo Coni Kinder+Sport, una sorta di olimpiade giovanile italiana che, tra oggi e domenica, mette di fronte 3800 atleti tra i 10 e i 14 anni provenienti da quasi tutte le regioni e, quest’anno, anche da Svizzera e Canada. Il progetto promosso dal Coni è alla sesta edizione e mira a mescolare sport agonistico e gioco. “Crotone 2019” è dedicato a Domenico Gabriele, il bambino di 11 anni ucciso il 25 giugno 2009 da due proiettili vaganti durante il regolamento di conti tra due ‘ndrine. Dodò, come lo chiamavano tutti, stava giocando a calcio col padre in un campetto alla periferia di Crotone, quando all’improvviso è caduto a terra in una pozza di sangue. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha dedicato questa edizione dei giochi a Dodò e ai suoi genitori, Giovanni e Francesca.

In questo importante appuntamento, tra le varie discipline non poteva mancare il canottaggio con 52 atleti e atlete – selezionati durante le fasi regionali – provenienti da quasi tutta l’Italia, Sicilia compresa. I nostri ragazzi, quattro in tutto (come ogni delegazione), sono Angelo Di Liberto (Cus Palermo), Miriam Portoghese, Gloria Conti (Cus Catania) e Gabriele Maci (Augusta), accompagnati dal tecnico del Cus Catania, Diego D’Arrigo

Le gare si svolgeranno davanti al Club Velico Crotone sulla distanza di 250 metri in doppio canoe, ed equipaggio misto (maschio-femmina). Seguirà una gara sui 500 metri al remoergometro e poi una di 500 metri di corsa in spiaggia. La somma di tutti i tempi delle tre prove formeranno la classifica finale regionale. “Qui c’è un livello molto alto”, spiega Diego D’Arrigo, “e la manifestazione è organizzata benissimo. Per i nostri ragazzi è un’occasione di crescita importante, al di là del risultato. Giovedì abbiamo vissuto la cerimonia d’apertura del Trofeo, allo stadio di Crotone: sono stati momenti molto emozionanti, c’erano 4000 atleti sul campo, altrettanti spettatori in tribuna. È stata una festa che i ragazzi porteranno nel loro cuore”. 

Sabato sera ci sarà la cerimonia di chiusura, durante la quale verrà premiata la Regione vincitrice del Trofeo CONI Kinder+Sport 2019. Nell’albo d’oro della manifestazione, il Piemonte è primo con due vittorie, seguito con una ciascuno da Lazio, Lombardia e Veneto.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*