Campionato siciliano: la Canottieri Palermo domina il medagliere. Exploit del Cus Catania, frenata del Telimar – I MEDAGLIERI DIVISI PER CATEGORIE

La Sicilia del canottaggio incorona i campioni regionali 2019. Teatro dell’appuntamento clou della stagione, il lago di Naro (Agrigento), dove domenica 16 società, 420 atleti gara e 199 equipaggi hanno dato spettacolo in un campo di regata graziato dal vento. 

Regina del Campionato è la Canottieri Palermo: la società giallorossa, abituata da un paio di stagioni a spartirsi il primo posto col Telimar, porta a casa la vittoria nel medagliere generale, con 13 ori, 8 argenti e 3 bronzi, dimostrando la sua supremazia tra Ragazzi, Junior, Pesi leggeri e Senior: in queste categorie, il club allenato da Benedetto Vitale porta a casa 10 ori, tra cui quelli in due senza e in doppio Senior delle campionesse del mondo Giorgia e Serena Lo Bue, ma anche in otto e quattro senza Senior maschili, nel singolo Senior maschile e PL femminile e nel quattro senza Junior.

Secondo nel medagliere è il Cus Catania, che si conferma tra le realtà più dinamiche del panorama regionale: per i ragazzi allenati da Diego D’Arrigo, un totale di 10 ori, 5 argenti e 3 bronzi. Il risultato del Cus è il frutto del buon lavoro fatto soprattutto nelle categorie giovanili, ovvero Allievi e Cadetti, che fanno della società etnea il primo club siciliano in questa fascia di età, insieme al Cus Palermo.

Alle spalle del Cus Catania si piazza il Telimar, per la prima volta negli ultimi dieci anni così “indietro” in classifica: i ragazzi di Marco Costantini si aggiudicano 9 ori, 8 argenti e 8 bronzi, pur essendo sbarcati a Naro con la squadra più numerosa. Risultati alla mano, a mancare sono le prestazioni nelle categorie più competitive, se si escludono le vittorie nel doppio Junior con Alioto e Palumbo, nel quattro di coppia Ragazzi, con Spektor, Sergi, Micalizzi e Bianconi – che si aggiudicano il Trofeo Carlo Ruvolo, dedicato all’amato atleta palermitano scomparso in un incidente stradale nel 2014 – e nel quattro di coppia Senior con le vecchie glorie Di Liberti, Provenzano, Vasile e Conti. Per la corazzata palermitana, che negli ultimi vent’anni ha dominato la scena a suon di titoli italiani, europei e mondiali, un calo fisiologico dovuto – forse – al normale e necessario ricambio generazionale

Giù dal podio, ma con gli stessi ori del Telimar, 9, il Cus Palermo si conferma tra le società rivelazione dell’ultimo anno. I ragazzi del quartetto di tecnici formato da Daniele Zangla, Tonino Mannino, Giuseppe Di Maria e Corrado Luna vincono anche 4 argenti e 3 bronzi, dimostrando di essere particolarmente in salute tra i giovanissimi dove sono 5 i titoli conquistati.

Grande conferma anche per il Peloro: la società messinese allenata dal duo Dario Femminò-Giovanni Ficarra, arrivata a Naro con uno squadrone di 50 atleti – numero impensabile fino a un paio di anni fa – si aggiudica 6 ori, ben 10 argenti e 9 bronzi: 25 medaglie che fanno della società dello Stretto uno dei cuori pulsanti del canottaggio siciliano. Bene anche la concittadina Thalatta, altra certezza del movimento regionale, che vince 4 ori, 11 argenti e 6 bronzi. A metà classifica, le due siracusane Ortigia e Augusta: la società del presidente Chessari conquista 3 ori, 8 argenti e 2 bronzi, mentre i verdearancioni prendono 3 ori e 2 argenti.

Chiuso il sipario sul doppio appuntamento remiero – sabato si è tenuto il recupero della seconda regionale annullata ad aprile – le società siciliane tirano il fiato in vista del Campionato italiano Junior, Pesi leggeri, Senior e Pararowing in programma questo weekend a Varese. Poi, la settimana successiva – il 15 e 16 giugno – sarà la volta del Meeting nazionale di Poma, a Partinico (Palermo), dove saranno impegnati Allievi, Cadetti, Ragazzi Junior e Master: si tratta dell’ultimo importante appuntamento prima del Campionato italiano Ragazzi (29-30 giugno a Ravenna), del Festival dei giovani (5-7 luglio a Milano) e del Campionato italiano Master (13-14 luglio a Ravenna).

Nella giornata di sabato sono stati anche selezionati gli atleti Allievi B e C che parteciperanno alla fase nazionale del Trofeo Coni, che si terrà a Crotone e Isola Capo Rizzuto dal 26 al 29 settembre. Gli atleti in gara – 7 allieve e 11 allievi – sono stati sottoposti a tre prove da 500 metri: una in barca, una di corsa e una al remoergometro. A superare la fase regionale, sono stati Gabriele Maci (Augusta), Angelo Di Liberto (Cus Palermo), Gloria Conti e Miriam Portoghese (Cus Catania). “Ringrazio lo staff tecnico che ha gestito le prove, i ragazzi che hanno partecipato alla selezione e il Telimar che ha messo a disposizione i remoergometri”, dice Dario Cerasola, corrdinatore tecnico regionale.

I MEDAGLIERI (*)

Medagliere generale

Medagliere Ragazzi, Junior, Pesi leggeri, Senior, Esordienti

Medaglier Allievi, Cadetti, Master 

 

(*) Tengono conto di tutte le medaglie vinte da ciascuna società, comprese quelle ottenute dalle società che compongono i misti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*