Secondo Meeting, la Sicilia stravince l’otto Junior e (altre) cinque medaglie

Fuochi d’artificio a Piediluco. Al secondo Meeting nazionale, la Sicilia vince tre ori e tre argenti oltre a una sfilza di piazzamenti tra finali A e B: un risultato di tutto rispetto considerato il contesto di alto livello, soprattutto nelle categorie giovanili. Tra Senior e Pesi leggeri, invece, gare più accessibili vista la mancanza degli atleti della nazionale impegnati nel raduno preparatorio per gli Europei a Sabaudia, tra cui le nostre Giorgia Lo Bue (Sc Palermo) e Giulia Mignemi (Aetna).

La vittoria più bella è quella dell’otto Junior tutto palermitano (eccetto il timoniere), misto Telimar-Lauria-Sc Palermo-Rowing genovese, frutto del progetto del Comitato siciliano partito a novembre e che ha come obiettivo la selezione per disputare la Coupe de la jeunesse, gara internazionale cui partecipano le nazionali B. Sull’ammiraglia costruita dal coordinatore tecnico regionale Dario Cerasola, col supporto essenziale dei tecnici societari, Pietro Alioto, Tancredi Palumbo (Telimar), Francesco Armetta, Giuseppe Urbano Tortorici (Lauria), Luca Francaviglia, Francesco Lo Bue, Walter Sciara, Pietro Zerilli (Sc Palermo) e Alessandro Calder (Rowing genovese). Gara da manuale per loro che, dopo una prima parte in sordina, si sono distesi mettendosi alle spalle gli avversari e chiudendo al traguardo con 2”8 di vantaggio sull’Esperia e 4”5 sul Corgeno. “Siamo tutti molto soddisfatti”, spiega Cerasola. “Rispetto alle altre gare fatte gli altri anni questa era a corsie piene. Il risultato è il frutto dei raduni fatti in questi mesi e del lavoro costruito grazie all’aiuto dei colleghi Marco Costantini (Telimar), Benedetto Vitale (Sc Palermo) e Luca Moncada (Lauria) che hanno messo a disposizione le strutture e coordinato diversi allenamenti. Spero che i nostri ragazzi possano prendere spunto da questo risultato per migliorare e fare da traino per i più giovani. All’inizio del progetto abbiamo avuto difficoltà, ora invece con questo risultato dimostriamo che il lavoro di cooperazione tra allenatori porta risultati. Non abbiamo atleti di altissimo livello, ma il lavoro di squadra è vincente e fa bene agli atleti e alle società”.

Gli altri due ori arrivano dal quattro di coppia Pesi leggeri Under 23 con Viviana Lacagnina (Sc Palermo), a bordo del misto Amici del fiume, e dal quattro di coppia Senior con Serena Lo Bue (Sc Palermo), misto Flora-Elpis-Pescate. La campionessa del mondo giallorossa ha preceduto di 20 secondi l’altra palermitana Elena Armeli (Telimar), arrivata seconda con il misto Elpis.

Gli altri argenti portano la firma di Giovanni Ficarra (Peloro), in due senza Pesi leggeri con Antonio Vicino (Mm Sabaudia) arrivato a otto secondi dall’inafferrabile Savoia, e di Martina Scarpello (Sc Palermo) e Desiree Claudiani (Peloro) nell’otto Junior misto Cus Torino-Cerea-Lazio-Armida-Elpis: per le nostre ragazze, quasi sei secondi di distacco dal primo e due secondi di vantaggio sul Monate. 

Piazzamenti.

Nella finale A del singolo Senior femminile Serena Lo Bue (Sc Palermo) ed Elena Armeli (Telimar) conquistano il settimo e ottavo posto; nel doppio Ragazze, la Claudiani è settima insieme alla Barrero (Lazio); nel quattro di coppia Junior femminile, quinta Valentina Condurso (Peloro) nel misto Cus Torino; nel quattro senza Junior, la Sc Palermo è sesta con Pietro Zerilli, Francesco Lo Bue, Walter Sciara e Luca Francaviglia; nel doppio Junior, Pietro Alioto e Tancredi Palumbo (Telimar) sono ottavi.

Piccole finali – Nel singolo Junior maschile Massimo Giacobbe (Peloro) conquista la settima piazza; nel singolo Pesi leggeri, quarta posizione per Viviana Lacagnina (Sc Palermo), mentre tra gli uomini Sebastiano Galoforo (Peloro) è quinto. L’atleta augustano porta a casa anche una bella vittoria nel doppio Pesi leggeri con con Giulio Acernese (Cc Roma).

Degne di nota – anche se non arricchiscono il medagliere siciliano – le vittorie dei palermitani, ex Telimar, Mirko Cardella e Gianluca Cassarà. Per Cardella, oggi tesserato col Saturnia di Trieste, vittoria in quattro senza Senior misto Moltrasio-Rowing genovese-Lario. Il campione palermitano conquista anche l’argento in due senza Under 23. Cassarà, invece, è oro nel quattro di coppia Pesi leggeri.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*