La Sicilia vince 24 medaglie a Sabaudia. Strepitoso argento del quattro cadetti regionale, ottimo quarto posto per le cadette

Lorenzo D'Arrigo premia Vito Rosalia e il resto dell'equipaggio regionale arrivato secondo.

Ventiquattro medaglie. E’ il bottino lusinghiero conquistato dalla Sicilia al Meeting giovanile e Master disputato questo fine settimana a Sabaudia (Latina). Alla due giorni dedicata alle categorie Allievi, Cadetti, Ragazzi, Junior e veterani, la nostra regione è sbarcata con cinque società, 47 atleti fisici e 51 equipaggi. Nonostante lo strapotere numerico di regioni come Lazio e Campania, i nostri ragazzi hanno ben figurato sia nelle gare societarie, sia in quelle dedicate agli equipaggi regionali. 

Tra i club siciliani, a farla da padrona nel medagliere (siciliano) è stato il Cus Catania che, con cinque ori, si conferma una delle migliori realtà regionali a livello giovanile. Nella graduatoria, segue la Canottieri Palermo con 2 ori, 2 argenti e 2 bronzi. Terzo il sorprendente Cus Palermo, con 1 oro, 2 argenti, 1 bronzo; quarto il Telimar con 1 oro, 1 argento e 2 bronzi; quinta la Canottieri Thalatta con 3 argenti e 1 bronzo.

Una foto di gruppo di una parte della flotta siciliana.

Capitolo equipaggi regionali. La Sicilia porta a casa un fantastico argento e un ottimo quarto posto, oltre a una settima e ottava posizione, tutti nel quattro di coppia Cadetti. A sfiorare l’oro per 7 decimi sono stati Vito Rosalia, Umberto Sichili (Cus Catania), Marco Vallone e Mattia Sardo (Telimar), che hanno chiuso i 1500 metri di gara in 5:16:60, alle spalle del Lazio “Abbiamo mancato l’oro per pochissimo”, commenta Dario Cerasola, coordinatore tecnico regionale. “Peccato perché siamo partiti in sordina e poi siamo venuti fuori alla fine. Comunque sono molto soddisfatto, anche perché ci sono grossi margini di miglioramento in vista del Festival dei giovani”.

Stesso discorso per l’equipaggio femminile formato da Beatrice Schillaci (Telimar), Sofia Naselli (Sc Palermo), Laura Nolfo e Giulia Mirra (Cus Palermo): le nostre atlete hanno chiuso al quarto posto, alle spalle di Campania, Puglia e della vincitrice Lazio: solo sei i secondi dal podio per un equipaggio che in questi mesi ha lavorato con costanza, “grazie ad allenamenti settimanali che stanno dando i loro frutti”, continua Cerasola. “E’ inoltre possibile che ci siano integrazioni nel gruppo laddove ci fossero atleti e atlete che si mettano in luce prossimamente”.

Soddisfatto anche il presidente del Comitato, Lorenzo D’Arrigo: “I ragazzi sono stati protagonisti di ottime gare. Sono contento pure per la buona partecipazione in termini numerici, frutto del contributo economico stanziato dal Comitato per rendere un po’ meno onerosa la trasferta, qui a Sabaudia”.

Chiuso questo appuntamento, è già tempo di pensare al primo Meeting nazionale che si terrà a Piediluco il 6 e 7 aprile, per il quale le nostre società sono già al lavoro. 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*