D’Inverno sul Po: la Sicilia conquista otto medaglie

Due ori, due argenti e quattro bronzi. E’ il bottino conquistato dai siciliani alla D’Inverno sul Po, a Torino, classica di fondo sulla distanza di 5.000 metri (4.000 per i cadetti, 1.000 per gli allievi) e aperta a tutte le categorie. Nella due giorni di regate, divise tra barche corte il sabato e lunghe la domenica (con la partecipazione di equipaggi internazionali), sono scesi in acqua 964 “atleti gara” nella prima giornata e 1851 la domenica, per un totale di 2815 iscritti. Una prova difficile, visto il tracciato pieno di curve e passaggi sotto i ponti che sovrastano il fiume più lungo d’Italia, in cui a fare la differenza non sono solo allenamento e affiatamento, ma direzione, ingresso e uscita dalle curve e la corrente, più forte al centro del percorso.

Le otto medaglie. I due ori sono entrambi firmati Telimar e arrivano dai doppi master: tra gli “A” vincono Francesco Galante e Yunieldis Martinez (Telimar), mentre nella fascia “B” s’impongono Giorgio Giliberti e Alessandro Di Liberti, di misura sul Varese, staccati di 2 secondi e mezzo.

Di Liberti e Giliberti (Telimar) portano a casa pure l’argento nel quattro di coppia master under 43 nell’equipaggio misto Pullino-Lazio. L’altro argento lo conquista Elena Armeli (Telimar) nel singolo senior.

Capitolo bronzi. Il primo arriva nel doppio cadetti con Marco Vallone e Roberto Cassarà (Telimar): i due piccoli palermitani hanno preceduto i quarti di meno di un secondo.

Tra le ragazze, terzo posto per Laura Nolfo e Giulia Mirra (Cus Palermo): anche per loro, appena un secondo di vantaggio sulle quarte.

Nel quattro di coppia ragazze, sale sul terzo gradino del podio Desiree Claudiani (Peloro), col misto Cus Torino-Moltrasio.

Nel singolo cadetti, bronzo per Beatrice Schillaci (Telimar). A venti secondi da lei, Sofia Naselli (Sc Palermo), quinta. 

Piazzamenti del sabato

Nel singolo cadetti, 18esimo Edoardo Massa (Telimar); nel singolo allievi B2 Michele Fileti (Telimar) è sesto; nel singolo 7,20, decimo posto per Andrea Schillaci (Telimar).

Nel singolo ragazzi, nono posto per Mario Zerilli (Sc Palermo). Tra le ragazze, è settima Martina Scarpello (Sc Palermo).

Nel doppio ragazzi, sedicesimo e ventiquattresimo posto per i due equipaggi del Telimar: Sergi-Restivo e Galotolo-Starila.

Nel doppio junior, quinta piazza per Pietro Alioto e Tancredi Palumbo (Telimar) che hanno chiuso il percorso in 17:01:98, precedendo di appena sei decimi la barca della Canottieri Palermo con a bordo Walter Sciara e Luca Francaviglia: per entrambi gli equipaggi, vicinissimo (considerata la lunga distanza) il podio, 5 secondi circa.

Nel singolo junior, nono il Lauria con Francesco Armetta, che precede di circa tre secondi Massimo Giacobbe (Peloro). Nella stessa gara, diciottesimo Francesco Lo Bue (Sc Palermo).

Tra i master “F”, quinto Carmelo Genuardi (Telimar), mentre tra i “D”, decimo Maurizio Corollo (Telimar). Tra i “G”, settimo Giuseppe Briolotta (Telimar).

L’otto junior del Comitato siciliano.

Piazzamenti della domenica

Nel quattro di coppia senior, sesto posto per Sebastiano Galoforo (Peloro) nel misto Clt Terni-Cc Roma: il campione del mondo augustano e i compagni sono arrivati ad appena 7 secondi dal podio.

Nel quattro di coppia Ragazzi, 22esimo il Telimar con Carbone (Elpis), Restivo, Sergi, Starita.

Nell’otto master 43-54, settima la Sc Palermo con a bordo Luca Moncada (Lauria) e gli amici della Sc Palermo: Daniele Taormina, Sisto Bosco, Francesco Scalici, Domenico Emma, Sergio Rappa, Alessandro Santangelo, Roberto Miraglia e, al timone, Guido Berti (Timavo). Tra le donne, nono il Telimar con Claudia Alotta, Anna Bonomolo, Anna Morici, Stephanie Wright, Silvia Sciortino, Sabrina Spedale, Vera Werber, Maria Trentacoste e, al timone, Pietro Lombardo.

Tra i cadetti, nel quattro di coppia, nono il Telimar con Ugo Cacace, Roberto Cassarà, Edoardo Massa e Marco Vallone. Dodicesimi i compagni di squadra Vito Agrusa, Francesco Aricò, Mattia Sardo, Antonio Cutietta.

Il quattro di coppia cadette della Sicilia.

Nell’otto junior, ottavo l’equipaggio targato Telimar, ma che in realtà è frutto di un progetto del Comitato siciliano nato lo scorso autunno e che dovrebbe portare i nostri migliori Under 17 alla selezione per la Coupe de la jeunesse. In barca a Torino, Francesco Armetta, Giuseppe Urbano Tortorici (Lauria), Walter Sciara, Luca Francaviglia, Francesco Lo Bue, Mario Zerilli (Sc Palermo), Massimo Giacobbe (Peloro), Pietro Alioto (Telimar) e Alessandro Calder (Rowing Genovese) al timone. I nostri ragazzi hanno chiuso i 5.000 metri in 15:43:30, precedendo Timavo, Esperia e Crv Italia.

In gara con i colori della Sicilia anche le ragazze del quattro di coppia cadette, arrivate quinte. A bordo, Giulia Mirra, Laura Nolfo (Cus Palermo), Beatrice Schillaci (Telimar) e Sofia Naselli (Sc Palermo), che hanno preceduto ben sei equipaggi e sono arrivate a otto secondi dal podio.

Nel quattro di coppia junior femminile, decima Valentina Condurso (Peloro), col misto Cus Torino, Santostefano. Nel quattro di coppia ragazze, ottava Martina Scarpello (Sc Pelermo) col misto Cus Torino-Armida.

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*