Il Campionato indoor chiude il 2018: ecco i risultati, tra record e tempi… di crisi

Agonismo e tifo sugli spalti. Non è mancato nulla, oggi, al Campionato siciliano indoor (LEGGI I RISULTATI) che si è svolto nel palasport della cittadella universitaria di Messina. Buoni i numeri – 177 atleti fisici, quasi 400 gara e 13 società – per quest’ultimo atteso appuntamento del 2018, che ha chiuso ufficialmente il sipario sulla stagione remiera. Assegnati i titoli regionali in tutte le categorie, dagli Allievi ai Master. Poi, finale goliardico ma intriso di agonismo, con la 19esima edizione della Staffetta di Natale, ormai immancabile classica di fine anno organizzata – così come il Campionato – dalla Canottieri Thalatta.

Capitolo Campionato. I primi a partire, sui 1000 metri, sono stati i Master, ormai cuore pulsante del canottaggio siciliano. E ci ha pensato Fabrizio Pollaci (Telimar) a far cantare subito il remoergometro con un discreto 3:09:08, che gli è valso la vittoria tra i Master A. Degno di nota il buon 3:11:06 di Vincenzo Alessi (Jonica) tra i Master C. Stessa valutazione per Flavia Calabrò (Paradiso) sempre tra le “C”, oro col tempo di 3:43:04. Ma la vittoria più bella e significativa tra i Master è quella di Nazzareno Raffa (Paradiso) unico “H” in gara: a 74 anni ha fatto l’ottimo tempo di 4:06:07.

Tra i Ragazzi, titolo regionale 2018 a Walter Sciara (Sc Palermo), che ha chiuso i 2000 metri in 6:32:01, un tempo 6 millesimi più basso di quello fatto dal vincitore del Campionato Junior Francesco Armetta (Lauria). Tra le Junior donne, oro a Beatrice Cavallaro (Ortigia) che ha tagliato il traguardo in 8:06:06.

Tra i Pesi leggeri uomini, vittoria, come da pronostico, per il campione del mondo 2017 Sebastiano Galoforo (Peloro): l’atleta augustano ha stoppato il cronometro in 6:23:09. Tra le donne Pesi leggeri, oro per Domiziana Minissale (Thalatta) in 7:59:03; nella categoria Senior vince, invece, Elena Armeli (Telimar) in 7:19:05. Tra gli uomini Assoluti, vittoria per Angelo D’Amico (Sc Palermo) in 6:38:09. Nella categoria Esordienti, tra gli uomini oro a Giovanni Licitri (Thalatta) in 7:40:09, mentre tra le donne la vittoria va a Federica Floridia (Cus Catania), prima in 8:18:05.

Ma i risultati più interessanti arrivano dai piccoli, che risollevano il morale di una giornata non proprio da ricordare nelle categorie Ragazzi, Junior, Pesi leggeri e Senior: crono poco o per nulla competitivi (in assoluto) e una partecipazione molto scarsa tra Pesi leggeri e Senior (e nemmeno una Ragazza iscritta) lanciano un messaggio chiaro: al canottaggio siciliano serve una svolta che punti su quantità (di atleti) e qualità.  

Dunque, i piccoli. Vito Rosalia (Cus Catania), tra gli Allievi C, ha messo a segno il record italiano di categoria sui 1500 metri: 5:02:08. In pratica – anche se, certo, ha fatto 500 metri in meno – ha remato alla stessa velocità dei più forti nelle categorie Ragazzi, Junior e Senior. Record pure per la compagna di squadra, la giovanissima Gloria Conti che, tra gli Allievi B1, ha fatto 4:06:06. 

Tra i maschi Allievi B1, ottima prestazione per Lucio Fugazzotto (Paradiso), che ha chiuso i 1000 metri in 3:50:07. Tra i B2, molto bene pure Gabriele Maci (Augusta), con 3:46:09.

Al termine del campionato si è svolta poi la Staffetta di Natale, con ben 10 squadre in gara sulla distanza di 5000 metri (250m/atleta). Quest’anno con una formula rinnovata che prevedeva l’iscrizione societaria, anche mista in due gruppi: un gruppo per Allievi, Cadetti ed Esordienti ed un gruppo per Ragazzi, Junior, Senior e Master.

Nel gruppo A (Allievi, Cadetti, Esordienti) la vittoria è andata alla squadra Cus Catania, seguita da Telimar e Thàlatta.

Nel gruppo B (Ragazzi, Junior, Senior) la vittoria è andata alla Thalatta, seguita da Ortigia e Telimar.

 

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*