Tricolori di fondo, Giulia Mignemi superstar. Due ori e un argento per la Sicilia

Assegnati i titoli italiani di fondo a San Giorgio di Nogaro, in provincia di Udine, dove si è svolta anche l’ultima tappa del circuito Tricolore Master. Un appuntamento che ha visto la Sicilia salire tre volte sul podio. La prima, con Giulia Mignemi (Aetna) nel singolo Pesi leggeri: l’atleta catanese si è imposta con ben 16 secondi di distacco su Arianna Noseda (Lario), compagna di barca – il quattro di coppia – della Mignemi agli scorsi Mondiali Under 23 dove le azzurre hanno vinto l’oro.

L’altro titolo arriva grazie all’otto Master 43-54 della Canottieri Palermo formato da Luca Moncada (Lauria), Daniele Taormina, Domenico Emma, Sisto Bosco, David Bologna, Sergio Rappa, Sergio Punzi e Maurizio Capritti. I “ragazzi” di Benedetto Vitale sono riusciti a mantenere il primo posto in classifica conquistato grazie alle regate precedenti.

C’è poi l’argento del Telimar nel quattro di coppia Master under 43: a bordo, l’ex azzurro Alessandro Di Liberti, Giorgio Giliberti, Mauro Messina e Alessandro Stadari (Pullino): per loro, 14 secondi di distacco dal Pescate e appena 3”20 sull’Armida. 

Tra i piazzamenti, discreta prestazione per Pietro Alioto (Telimar) nel singolo Ragazzi: il singolista palermitano, tra i più promettenti talenti siciliani e non solo, ha tagliato il traguardo con 1’38” di ritardo dal primo. 

Nella categoria Senior, quarto posto per Elena Armeli (Telimar) che col singolo ha mancato l’appuntamento col podio per nove secondi. 

Tra gli Under 23, nel singolo l’azzurro Mirko Cardella (Telimar) deve accontentarsi dell’ottavo posto e di un distacco notevole dal primo: 1’35”. 

Infine, tra i Pesi leggeri buon ottavo posto in singolo per Federico Amato (Canottieri Palermo), che taglia il traguardo subito alle spalle di atleti in odor di nazionale. Lontano, ma non lontanissimo – 57 secondi – il podio.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*