Campionati di Coastal: Sicilia 12 volte sul podio

Le ragazze del Paradiso

Un oro, sei argenti e cinque bronzi per un totale di dodici medaglie. E’ il bottino preziosissimo conquistato dalla flotta siciliana ai Campionati italiani di Coastal rowing che si sono tenuti lo scorso fine settimana a Mondello (Palermo), sulla distanza di 6 km. A salire sul podio dei Tricolori organizzati dalla Canottieri Telimar sono stati principalmente equipaggi della categoria Master.

Ma partiamo dai Senior. Tra gli Assoluti, nel due coastal femminile, vincono l’argento Viviana Lacagnina e Marta Naselli (Sc Palermo), seguite al terzo posto da Alice Stella e Alexandra Carramusa (Telimar).

Nel quattro, argento per il Telimar con Ionut Brinza, Mirko Cardella, Emanuele Gaetani Liseo, Dario Cerasola e Mario Giattino al timone. Settimo il Thalatta con Giunta, Palmeri, Nava, Ruta e Denaro. Undicesimo il Cus Palermo con Infantone, Zangla, Nolfo, Durante e Marrali.

In maglia blu, il quattro Senior del Telimar.

Tra i Master, gara perfetta nel singolo 43-54 per Massimo Salemme (Thalatta), primo al traguardo con 1’15” di vantaggio sulla Canottieri Lazio. Nella stessa regata, quinto il Cariddi con Fugazzotto, settimo il Telimar con Carollo. Nella stessa categoria, argento per la coppia della Sc Palermo formata da Massimo Inzerillo e Irma Cattarinich, a 15 secondi dal Caprera; nella stessa gara, quarto il Peloro di Dario Femminò e Marie Francoise Guichard.

Al centro, Salemme.

Spettacolo nel quattro maschile, dove al secondo posto si è piazzata per un soffio la Canottieri Palermo misto Lauria, armo formato da Daniele Taormina, Sisto Bosco, Tommaso Marchese, Luca Moncada e al timone la campionessa del mondo Serena Lo Bue: i giallorossi hanno preceduto di appena 3 decimi il Telimar, bronzo, con a bordo Giorgio Giliberti, Massimo Montalti, Mauro Messina, Sebastiano Provenzano e Valeria D’Aiuto. Quarto, con un distacco di 38 secondi la Lni Siracusa, sesto l’altro equipaggio della Canottieri Palermo  e undicesimo l’equipaggio B del Telimar.

La premiazione del quattro “43-54”: a sinistra la Sc Palermo, a destra il Telimar.

Categoria Under 43 – Nel singolo femminile, medaglia di bronzo per Roberta Agate, del Cus Palermo. Nel quattro femminile, argento per l’armo Telimar-Moto Guzzi con a bordo Debora Belleri (Guzzi), Maria Sala, Alessia Moschitta, Claudia Alotta e Valeria D’Aiuto al timone. Bronzo per il Paradiso con Concetta Cutugno, Rosa Di Salvo, Flavia Calabrò, Antonia Orlando e Gabriele Ambone al timone. Nella stessa gara, quarta Luana La Monica del Telimar nell’equipaggio misto La Pescara, quinto l’armo tutto Telimar con Fortuna, Slameri, Wright, Quaglino e Demma.

Nel due coastal under 43 maschile, bronzo per il Telimar con Luca Drago e Sourt Martinez. Staccati di un minuto i fratelli Pollaci (Telimar).

Quattro over 54: argento per la Canottieri Palermo con a bordo Sergio Punzi, Giuseppe Chianello, Lucio Esposito, Marcello Vento e Antonella Spina al timone: 1’15” il distacco dai vincitori dell’Irno. Nella stessa gara, quinto il Lauria con Vitale, Leo, Quattrocchi, Landolina e Costa; settimo il Telimar con Cutrona, Griffo, Scordato, De Luca, Lombardo.

Nel quattro under 43 maschile, quarta la Canottieri Palermo con Marino, Leto, Bruno, Nicosia e Spina. Nel due over 54, nono il Telimar con Riccardo Ruffino e Pietro Donatis. Nel singolo, nono Nazareno Raffa del Paradiso. Nel due 43-54, quarto il Telimar con Galante e Genuardi, quinto posto per il Thalatta con Longo e Saija. Nel quattro over 54 femminile, sesto il Telimar con Spedale, Werber, Trentacoste, Morici e Lombardo, seguite al settimo posto dalle compagne di squadra Bonomolo, Drago, Sciortino, Gallo e Stella; decimo il Lauria con Russo, Rigatuso, Buccheri, Santoro, Costa. Nel quattro femminile 43-54, settimo il Paradiso con Bitto, Low, Bertassello, Sorbello e Ambone. Nel singolo femminile, quarta Elena Armeli (Telimar), quinta la Canottieri Thalatta con Domiziana Minissale. Nel due Senior, quarto posto per la Sc Palermo con Federico Amato e Angelo D’Amico, nono il Telimar con Muratore e Conti.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*